S.I.M.E.O.S. Società Italiana di Musica Elementare Orff-Schulwerk - Verona - ENTE NO PROFIT
, Via Boccioni 5a - 37131 Verona - tel. 3314828759
Simeos è patrocinata dall’Orff- Institut di Salisburgo e accreditata presso il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca con D.M. n° 177 prot. N° 1189/C/3 del 27.02.2003 in qualità di Ente Formatore.


L'associazione
Storia
Staff
Le nostre sedi


Aggiornamento
Formazione
Simeos e Scuola


Corsi di propedeutica musicale
Corsi di strumento
Corsi di musica d'insieme
Docenti


Danza, teatro, arte (bambini e ragazzi)
Voce, musica, danza (giovani e adulti)
Attività corporee e di benessere
Docenti


Diario
Video gallery - Foto gallery
Link
Proposte bibliografiche

torna al "DIARIO"




Relazione finale del corso di formazione avanzata sulla metodologia Orff-Schulwerk

(Verona settembre 2006 – maggio 2007) di Laura Marinelli e Arianna Forneron



La SIMEOS Società Italiana Musica Elementare Orff-Schulwerk di Verona e il CDM onlus - Centro Didattico Musicale di Roma in collaborazione con un équipe di docenti dell’ “Orff Institut” – Università "Mozarteum" di Salisburgo ha organizzato un CORSO DI FORMAZIONE AVANZATA SULLA METODOLOGIA ORFF – SCHULWERK.
Il corso era rivolto a docenti, musicisti e/o danzatori, musicoterapisti, danzaterapisti, laureati al DAMS o in Scienze dell'Educazione con una solida preparazione nel campo della musica e/o della danza e con comprovata esperienza in ambito didattico-musicale.

TEMPI E LUOGHI
Il corso si è svolto in 10 incontri a cadenza mensile da settembre 2006 a maggio 2007, comprendendo un soggiorno di 5 giorni all’Orff Institut – Università Mozarteum di Salisburgo nel mese di aprile, per un TOTALE di 130 ORE.
A Verona le lezioni si sono svolte presso il “Centro Carraro”, la palestra “Oltre Danza” e la scuola media “Don Milani” di San Massimo.

TIPOLOGIA DEL CORSO E ARGOMENTI AFFRONTATI
Le lezioni hanno avuto carattere seminariale con la partecipazione attiva dei corsisti, privilegiando la metodologia della ricerca, della progettazione, della sperimentazione e dell’esecuzione, linee guida dell’Orff - Schulwerk. Gli argomenti trattati sono stati i seguenti:
- integrazione dei linguaggi espressivi
- uso dello strumentario
- voce e canto
- movimento e danza
- aspetti psico - sociali dell’apprendimento
- dinamiche delle relazioni
- programmazione e conduzione dell’intervento didattico

FINALITA’ PERSEGUITE
Il corso ha avuto come finalità ultima la costruzione di una professionalità docente avanzata che, sulla base di un'esatta consapevolezza dell'impianto metodologico Orff-Schulwerk, sia in grado di progettare e valutare percorsi didattici nell'ambito dell'educazione alla musica e alla danza.

Finalità generali:
- Prendere consapevolezza delle proprie idee/ capacità/sentimenti/valori in relazione all’Orff/Schulwerk
- Individuare, progettare e realizzare i percorsi più adeguati per il conseguimento degli obiettivi specifici dell’educazione musicale, tenendo conto di metodi/contenuti/valutazioni propri dei diversi ordini scolastici e delle diverse realtà in cui si opera.

Finalità specifiche:
- CORPO/MOVIMENTO : interpretare, analizzare e valutare i rapporti tra gesto/movimento e materiale sonoro tramite una maggiore consapevolezza delle proprie potenzialità espressive
- VOCE : acquisire consapevolezza e padronanza nell’uso della voce nei suoi molteplici aspetti, anche nel suo rapporto con il movimento; giochi cantati, giochi finalizzati ad una corretta intonazione della voce, fonemi. Verificare l’efficacia e l’importanza dello “strumento voce” nell’educazione musicale
- STRUMENTI : approfondimento di tecniche strumentali. Saper utilizzare l’insieme dello strumentario Orff, ad intonazione determinata e non per creare, elaborare brani strumentali e accompagnamenti su melodie date; percorsi autonomi di sonorizzazioni. Comprenderne il valore espressivo musicale all’interno dell’attività educativa.
- DINAMICHE RELAZIONALI : sviluppare maggior consapevolezza nella gestione dei rapporti interpersonali con i componenti del gruppo, con i colleghi in ambito lavorativo, con gli allievi.

MATERIALI E STRUMENTI
Sono stati utilizzati sussidi e attrezzature utili per le diverse attività (strumenti musicali, lavagna, cartelloni, lettore CD, tessuti, colori, materiali diversi.)

PROSPETTIVE PREVALENTI
Il corso ha, in prevalenza, fornito strumenti, idee e materiali per poter inventare e realizzare in modo consapevole percorsi musicali con bambini, alunni ed utenti di diverse età attraverso un approccio pratico e diretto.
Dal punto di vista personale, il percorso ha permesso di approfondire e meglio strutturare le proprie competenze; i partecipanti hanno avuto la possibilità di mettere alla prova le proprie conoscenze, di scoprire i propri limiti e le proprie capacità di docenti.

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
Il corso ha avuto ottimi sviluppi ed esiti. La professionalità, l’eccellente preparazione e la competenza dei docenti unita all’entusiasmo, all’interesse e alla partecipazione attiva dei corsisti stanno alla base di tale successo. All’interno del gruppo si è creato un produttivo e stimolante affiatamento.
Il soggiorno a Salisburgo ha contribuito a dare energia e positività alle relazioni interpersonali.
Fondamentali per la crescita e consapevolezza individuale sono risultati i momenti di approfondimento di alcune tematiche: le dinamiche relazionali instaurate quotidianamente e il ruolo dell’ insegnante. Ciò ha reso la formazione sicuramente più completa e non solo strettamente didattica e metodologica.
L’organizzazione logistica che ha visto la realizzazione del corso in week-and mensili ha permesso anche a quelli che abitavano fuori provincia di partecipare a tutte le lezioni.
Un grazie ancora a Raffaela Andolfi, Davide Brazzo, Christa Coogan, Valentina Iadeluca, Orietta Mattio, Raffaello Menini, Andrea Ostertag, Andrea Sangiorgio, Manuela e Michel Widmer, Christiane Wieblitz, Reinhold Wirsching che ci hanno permesso di crescere come individui ed educatori .